Colorificio Veneziano

Solo un altro sito WordPress

Racemp r2

Linea rasanti e ripristino

Rasatura tecnica ad elevate prestazioni meccaniche per la protezione, il ripristino e la finitura di elementi in calcestruzzo armato. Prodotto tixotropico, igro protetto e polimero modificato a reologia controllata ad alta capacità adesiva a supporti lisci o scarsamente assorbenti e ad elevata resistenza agli agenti atmosferici.

Racemp r2 è una rasatura cementizia polimero modificata ed igro protetta a base di specifici leganti ARS (alta resistenza ai solfati) ed opportuni microsilicati a comportamento pozzolanico, specifica per proteggere, ripristinare e portare a finitura elementi in calcestruzzo armato o intonici cementizi di sottofondo. L’elevato contenuto di resine polimeriche unitamente a speciali componenti silossanici rendono la rasatura particolarmente adesiva anche su supporti lisci o scarsamente assorbenti, resistente agli agenti atmosferici e a ridotto assorbimento d’acqua. Micro sabbie cristalline a struttura sferoidale di elevata purezza unitamente a pregiate polveri di marmo conferiscono al prodotto eccellente lavorabilità in fase di stesura e di frattazzatura garantendo l’esecuzione di interventi di finitura o ripristino di elementi in cemento armato a perfetta regola d’arte.

 

Confezioni

Sacchi di carta da 25 kg su pianali da 1400 kg.

 

Conservazione

9 mesi dalla data di produzione nelle confezioni integre stoccate in luogo coperto ed asciutto.

 

Descrizione

  • Aspetto: polvere premiscelata di colore grigio
  • Impiego: protezione, il ripristino e la finitura di elementi in calcestruzzo armato, rinzaffi di aggancio su superfici in calcestruzzo prima dell’intonaco
  • Ambiente: interno – esterno
  • Sottofondi: elementi in calcestruzzo, intonaci di sottofondo cementizi
  • Realizzazione impasto: macchina, trapano miscelatore
  • Applicazione: macchina intonacatrice come rinzaffo di sottofondo, spatola inox liscia in due mani ad incrociare, portare a finire con frattazzo di spugna
  • Spessore minimo: 1 mm
  • Spessore massimo per mano: 2 mm
  • Spessore massimo finale: 5 mm
  • Condizioni di posa: da +5 °C a +35 °C
  • Consumo: 1.7 kg/m2 ogni mm di spessore

 

Dati tecnici

  • Polvere premiscelata:
    • Fuso granulometrico: 0 – 0.6 mm
    • Massa volumica apparente della polvere: 1182 kg/m3
  • Malta fresca:
    • Acqua di impasto: 26%
    • Tempo di riposo impasto: 5 minuti
    • Durata di vita dell’impasto: 50 minuti
    • Massa volumica apparente della malta fresca: 1750 kg/m3
  • Malta indurita:
    • Massa volumica apparente della malta indurita: 1550 kg/m3
    • Resistenza media a flessione a 28 gg: ≥ 4.00 N/mm2
    • Resistenza media a compressione a 28 gg: ≥ 10.50 N/mm2
    • Resistenza media all’aderenza a 28 gg su cls “fu“: ≥ 1.00 N/mm2
    • Coefficiente di assorbimento di acqua per capillarità “Cm”: ≤ 0.60 kg/(m2 min0.5)
    • Valore medio del fattore di resistenza alla diffusione “μ”: ≤ 30
    • Reazione al fuoco: Classe A1

 

Caratteristiche

 

Voce di capitolato

La protezione, il ripristino e la finitura di elementi in calcestruzzo armato ed il livellamento e la protezione di intonaci cementizi esterni ed interni sarà eseguita con specifica rasatura cementizia polimero modificata e specifici inerti in curva granulometrica controllata con pezzatura massima pari a 0.5 mm, da impastare con sola acqua pulita, tipo il Racemp r2. Il sottofondo dovrà risultare pulito, asciutto, stagionato e compatto. Dovranno essere rimosse dalle superfici in calcestruzzo eventuali tracce di lattime di cemento o eventuali residui di disarmante. Il rasante sarà applicato in due mani ad incrociare mediante spatola inox liscia con spessore uniforme non inferiore ad 1.0 mm e non superiore a 2.0 mm. Spessori superiori potranno essere realizzati a 48 ore di distanza evitando di superare i 5 mm complessivi. La seconda mano di rasatura sarà rifinita mediante apposito frattazzo in spugna.

 

Avvertenze

  • non applicare su sottofondi in gesso, scagliola, su supporti verniciati, su elementi in legno, metallo o plastica
  • bagnare prima della posa su intonaci vecchi o particolarmente assorbenti evitando ristagni superficiali d’acqua
  • impiegare solo su supporti puliti, resistenti e compatti e sufficientemente ruvidi
  • trattare preventivamente con il primer latex supporti lisci o scarsamente assorbenti; posare l’intonaco con la tecnica “fresco su fresco”
  • eventuali avvallamenti, buchi, gibbosità del sottostante intonaco debbono essere eliminati 24 ore prima dell’intervento mediante una prima rasatura di regolarizzazione
  • predisporre il collegamento degli elementi strutturali (travi e pilastri – tamponature e murature portanti) applicando idonea rete di collegamento
  • per non pregiudicare la permeabilità al vapore non impiegare rivestimenti o pitture scarsamente traspiranti
  • il prodotto messo in opera deve essere protetto per 48 ore da pioggia, dilavamenti, gelate e da evaporazioni repentine prodotte da sole battente o forte ventilazione; temperature inferiori a +5 °C e superiori a +35 °C nelle 24 ore successive alla posa possono modificare sensibilmente i tempi di indurimento e pregiudicare le prestazioni meccaniche finali dell’intonaco
  • in presenza di climi caldi e ventilati a 24 ore dalla posa del materiale garantire una maturazione umida bagnando con acqua a spruzzo 2 volte al giorno per 2-3 giorni
  • ove previsto l’incollaggio di rivestimenti ceramici o in pietra prima della posa valutare la compatibilità meccanica dell’intonaco con tali rivestimenti
  • il prodotto è pronto all’uso, non aggiungere leganti o inerti che andrebbero a compromettere i requisiti tecnici del materiale

Italiano, Italia | English, UK | русский, RU | украинский, UA